Specifiche OSE

From Open Source Ecology
Jump to: navigation, search

Ultimo aggiornamento 1 Agosto 2013.


Panoramica[edit]

Le specifiche OSE sono le caratteristiche distintive dei prodotti OSE. Si possono riassumere così: (1) Open Source, (2) modularità, (3) basso costo, (4) massima durata di vita (5), prestazioni allineate agli standard di settore e (6) proprietà adatte ad un'impresa distribuita.

In generale le macchine sono progettate come un ecosistema (o set di macchine), non come macchine a sé stanti.

Sul fronte meccanico, Specifiche OSE, significa che noi costruiamo macchine in stile Lego, ma a grandezza naturale. Componenti più semplici possibile che si possano utilizzare. Dal momento che le strutture metalliche non sono scalabili direttamente da modelli a scala ridotta, è necessario considerare le particolari caratteristiche strutturali.

Introduzione[edit]

(ultimo aggiornamento Gen 2011)

Prima di leggere oltre, vedere la Missione OSE. Le specifiche OSE sono un parametro per valutare le qualità che contribuiscono alla realizzazione della produzione economica ri-localizzata, come base per la prosperità della comunità in un mondo interconnesso.

Le specifiche OSE sono uno standard volto a definire e valutare i criteri di prodotti, servizi, e la loro produzione - che servono a promuovere la creazione di economie di abbondanza e quindi la creazione di comunità resilienti. L' abbondanza esiste dove una comunità utilizza le proprie risorse in modo tale che bisogni e desideri umani sono abbondantemente soddisfatti - con un'eccedenza significativa per alimentare il progresso culturale e scientifico.


Specifiche GVCS / Valori portanti[edit]

Questi sono i valori di OSE che informano lo sviluppo del GVCS che sono parte del processo di sviluppo, del reclutamento di volontari, della sua struttura aziendale, e di tutte le operazioni, pubbliche e private:

  1. Open Source - pubblichiamo liberamente i nostri progetti 3D, gli schemi, i video didattici, i bilanci e i manuali dei prodotti sul nostro wiki open source. Ci sforziamo di valorizzare la collaborazione aperta con un team distribuito a livello globale fatto di collaboratori tecnici. Diamo grande importanza alla trasparenza delle nostre operazioni, del modello economico, dello sviluppo strategico, del "codice" (schemi, disegni e modelli), delle informazioni sulla gestione e di tutti gli altri aspetti che possono portare ad un'economia distributiva. Commento: Il nostro obiettivo principale è quello di contribuire alla creazione di una cultura aperta, dove condivisione e sviluppo collaborativo hanno più valore di avidità ed esclusività. Questo tipo di cultura promuove la vita e di crescita, al contrario dell'aggressività basata sulla paura. La cultura open source prevede la pubblicazione 'presto e spesso' per evidenziare gli errori e i vicoli ciechi - in cui incappa una crescita rapida cercando di correggere un insuccesso. Un problema evidenziato precocemente permette di trovare soluzioni velocemente. Fallimenti e vicoli senza uscita sono abbondanti nella vita - e il segno del successo degli individui è la capacità di rispondere al fallimento in un modo da portare alla crescita e la trascendenza.
  2. Economia distributiva - Pubblichiamo apertamente i nostri modelli di business, in modo che altri possano replicare ogni impresa. "Tutto ciò che sappiamo, lo sai." Questo è inteso a generare una competizione realmente libera e vivificante, in contrapposizione al capitalismo di monopolio o il militarismo. In una parola - l'economia distibutiva si chiama condivisione. In senso politico, questo fenomeno può essere descritto come ingegneria del decentramento. Va notato che l'informazione dovrebbe essere libera perché il costo di distribuzione delle informazioni è trascurabile. Tuttavia, gli atomi o gli oggetti fisici non sono 'liberi' nello stesso senso, in quanto è richiesta una significativa energia umana per produrre e distribuire beni fisici.
  3. Basso costo - Il costo di acquisto o di produzione delle nostre macchine è, in media, 5-10 volte più conveniente che acquistare da un produttore industriale - considerando un costo medio del lavoro di 25 dollari all'ora per un costruttore di GVCS.
  4. Modulare - I singoli componenti dei macchinari GVCS sono come moduli intercambiabili. Motori, parti, assiemi, elementi strutturali e le unità di alimentazione possono intercambiare e le unità possono essere unite per variare le funzione con un ridotto numero di unità. Per vedere come le diverse parti si uniscono - vedi Ecosistemi di prodotti.
  5. Facilità d'uso - La progettazione delle operazioni di smontaggio, la semplicità, la trasparenza, e la documentazione open source consente all'utente di comprendere, smontare, modifcare, mantenere e riparare gli strumenti facilmente senza la necessità di contare su riparatori costosi.
  6. Fai da te - L'utente prende il controllo della progettazione, produzione, e modifica del set di strumenti GVCS. Il fai da te intende promuovere la cultura del fare, creare e non semplicemente consumare, nelle persone interessate a creare il proprio ambiente personalizzato invece di accettare le opzioni massicciamente standardizzate. Fai da te, tuttavia, non implica una produzione scadente nella qualità o nel valore economico - che si potrebbe e dovrebbe avere solo grazie all'efficienza industriale e ad alte prestazioni. L'alta prestazione non è in contrasto con la cultura del fai da te, se gli strumenti e le tecniche sono accessibili. Non vi è alcun limite alla disponibilità di utensili nel campo del fai da te - fino a quando gli strumenti sono appropriati, open source, e fatti per l'utilizzatore.
  7. Produzione a ciclo chiuso e riciclo dei materiali - Qualsiasi prodotto non dovrebbe mai essere uno spreco, ma materia prima per un altro processo. Il nostro progetto si basa sul riciclo di metallo in nuova materia prima per la produzione di ulteriori tecnologie GVCS - consentendo in tal modo i cicli produttivi dalla culla alla culla.
  8. Alte prestazioni - Gli standard di prestazione devono corrispondere o superare l'equivalente industriale per i GVCS per fornire un analogo o migliore tenore di vita. Si noti che questo non è in contrasto con la cultura del fai da te.
  9. Efficienza industriale - Al fine di fornire una scelta praticabile per uno stile di vita resiliente, la piattaforma GVCS soddisfa o supera gli standard di produttività delle controparti industriali.
  10. Progettazione Ecologica - I nostri prodotti promuovono una convivenza armoniosa tra la natura e gli esseri umani. L'intero processo e la tecnologia devono essere compatibili con i criteri di rispetto per l'ambiente e rigenerativo.
  11. Resilienza - I sistemi che stiamo studiando sono progettati per essere adattabili. Questo nasce dalla capacità di modificare, scalare e replicare i componenti e i sistemi per soddisfare la richiesta di condizioni in continuo cambiamento.
  12. Progettazione di sistema - I nostri disegni considerano il supporto all'intero sistema, in termini di come le diverse macchine e servizi si interfacciano uno con l'altro. Macchine diverse possono funzionare come moduli di una vasta gamma di sistemi integrati. Noi non scegliamo tecnologie con prestazioni di spicco, ma con prestazioni adeguate ad un sistema e in modo che si inseriscano in una comunità resiliente integrata con le sue risorse vitali naturali. Parte integrante del disegno dei sistemi è la sinergia - in quanto il GVCS è destinato a raggiungere il suo massimo potenziale quando ognuno dei suoi componenti può lavorare con un altro.
  13. Progettazione durevole - I nostri prodotti sono progettati per essere utilizzati per tutta la vita - grazie alla solida progettazione, manutenzione da parte dell'utente, open source e design fai-da-te.
  14. Sostituibilità - I nostri prodotti tendono alla sostituibilità delle risorse comuni per le risorse meno comuni o strategiche. Sostituibilità vale anche per il fatto che qualsiasi processo dannoso può essere sostituito da uno più benigno.
  15. Robustezza - Applicazioni del nostro lavoro spazia dal 1° al 4° mondo, dalla città al paese, da applicazioni ad alta tecnologia a quelle a più bassa tecnologia, a diverso livello di intervento.
  16. Flessibilità multiuso - I nostri strumenti in genere non sono dispositivi dedicati, ma si possono utilizzare in modo flessibile in un'ampia gamma di applicazioni.
  17. Practiche migliori - Ci concentriamo sull'ottimizzazione dei nostri prodotti per ottenere il meglio in termini di design e funzionalità.
  18. Semplicità - Progettiamo di assoluta semplicità, senza sacrificare il livello di prestazione.
  19. Economia Completa - Il lavoro di OSE è destinato ad essere un modello praticabile per un'economia completa. I nostri progetti sono orientati a garantire un adeguato stile di vita per i membri della comunità. Questo è noto anche come stile di vita di neo-sussistenza - dove le comunità sono in grado di rispondere a tutte le esigenze di un'economia completa, in questo modo il commercio è solo un'opzione, non una necessità.
  20. Libertà da vincoli materiali - Il GVCS è pensato per soddisfare tutti i bisogni materiali di una comunità in un modo efficiente. Questo permette alle persone di avere tempo libero, permettendo loro di scegliere i propri interessi liberamente, al di là dei vincoli di scarsità materiale. Questo è noto anche come Auto-Fornitura di alta tecnologia.
  21. Divisione del lavoro - I nostri progetti si concentrano sulle esigenze di un villlage moderno con un'elevata qualità della vita, in contrapposizione all'utilizzo individuale. Tutte le tecnologie possono essere adattate ad uso di un individuo, ma la divisione del lavoro è più desiderabile per realizzare un'economia completa in una comunità.
  22. Scalabilità e frattalità - Gli strumenti GVCS sono progettati per essere scalabili ed operare a varie dimensioni, da singole famiglie ad agglomerati di villaggi (città). Il design dovrebbe essere frattale, nel senso che ogni unità di funzionamento deve essere autonoma (completa) e resiliente.
  23. A dimensione di Villaggio - Il GVCS è destinato ad essere ottimizzato per un villaggio di circa 200 persone, o il numero di Dunbar - inteso come il numero di persone in grado di mantenere un'interazione faccia-a-faccia.
  24. Nonviolenza - Il GVCS è progettato per rispondere a tutti i bisogni di una comunità senza uccidere o rubare dagli altri.
  25. Contratto sociale amichevole - Il set di strumenti GVCS è volto a promuovere un giusto, equo e vivificante contratto sociale per una comunità che vive con i GVCS. Le qualità dei GVCS sono volte a promuovere buone relazioni tra un gruppo di persone a livello di villaggio. Il contratto sociale è basato su di una collaborativa divisione del lavoro, dove la produttività dei singoli membri contribuisce al benessere di tutta la comunità. Il requisito fondamentale è l'apprendimento continuo e la gestione della rigenerazione delle risorse terrestri, unita alla non-violenza.
  26. Comunità e Famiglia - OSE promuove la riconnessione delle persone tra di loro grazie alla maggiore libertà dai vincoli materiali. Questa riconnessione include anche la riconnessione alle proprie reali esigenze, alla propria famiglia e alla famiglia globale di tutte le creature viventi.
  27. Tecniche collaudate - Ci focalizziamo su concetti, tecniche e tecnologie durevoli nel tempo. Tutti i principi sono generalmente considerati comuni, la conoscenza storica o saggezza viene appresa attraverso eoni (millenni, ndt) di evoluzione della civiltà.
  28. Integrazione interdisciplinare - Forniamo pratiche all'avanguardia, in quanto integrazione di conoscenze provenienti da molti campi e discipline. Apprezziamo lo scambio dei saperi (cross-fertilization), attingendo da più culture, regioni e periodi di tempo possibile.
  29. Sufficienza - Il nostro progetto si concentra sulla sufficienza - siamo a conoscenza della necessità di raggiungere un certo livello di prestazioni, e questo è sufficiente. Evitando la continua aggiunta di inutili frizzi e lazzi.
  30. Nuova Economia - Un aspetto della OSE è che permette la creazione di un'economia basata sulle risorse, in cui la vera ricchezza è basata sul valore delle risorse naturali, soprattutto locali e la ricchezza è creata per aggiungere valore alle risorse naturali, trasformandole in una forma utilizzabile dagli esseri umani.
  31. Produzione flessibile - Si tratta di un modo di produzione diverso dalla specializzazione. Nella produzione flessibile, macchine di impiego generale sono utilizzate da lavoratori altamente qualificati per produrre una vasta gamma di prodotti - a differenza di macchine specializzate, gestite da personale poco qualificato, producendo un singolo elemento. Il nostro esempio di produzione flessibile è il fab lab open source.
  32. Ricorso alla tecnologia - La tecnologia di produzione flessibile permette anche ai costruttori di produrre macchine e parti sempre più complesse. Questo, infine, permette ad una comunità locale di produrre qualsiasi tecnologia nota al genere umano.
  33. Industria 2.0 - Questo concetto può dimostrare che la produzione flessibile, unita ad uno sviluppo collaborativo, agli archivi globali di progettazione di prodotto scaricabili, ha il potenziale per diventare il nuovo motore di produzione. Questo è particolarmente utile nei confronti della rilocalizzazione delle economie produttive e dell'economia distributiva. Industria 2.0 è un obiettivo diretto di OSE.
  34. Perma-fattura - Produzione ecologica e progettazione durevole.
  35. Risorse locali - Il GVCS è alimentato da risorse locali, come l'acqua, la luce del sole, le rocce e il suolo. Tramite il ricorso alla tecnologia.
  36. Replicabilità - Il lavoro di OSE è destinato ad essere replicabile, auto-replicante, e virale. La natura open source, a basso costo, e la semplicità dei nostri disegni sono fondamentali per questo.
  37. Significato - La tecnologia, se usata in modo appropriato, è destinata a riconnettere al significato, e agli ecosistemi naturali. La riconnessione alla natura può avvenire da una costante interazione tra uomo e natura, così come le risorse naturali incaricate responsabilmente di soddisfare i bisogni umani da processi benigni. {FIXME}
  38. Automazione Appropriata - Favoriamo l'automazione della produzione o altri compiti ripetitivi, compiti difficili, pericolosi, o comunque poco gratificanti che possono essere eseguiti con l'assistenza del computer al posto del lavoro umano. Siamo a favore di questo se davvero aumenta la qualità della vita e riduce la fatica, senza perdita di significato, violenza, o altre conseguenze negative.
  39. Approccio a lungo termine - OSE è alla ricerca di soluzioni a lungo termine su scala 100 anni nel futuro, non a tamponare problemi in modo superficiale. Siamo di fronte a problemi a lungo raggio, con una pace duratura e stabilità per l'umanità come obiettivo.
  40. Rete - OSE è interessata a creare una rete di comunità che la pensano in modo simile e che seguano i valori OSE, in modo tale che lo scambio culturale possa avvenire tra le diverse comunità. Questo si riferisce al concetto di 1000 villaggi globali - cioè comunità modello che influenzano il resto del mondo in modo positivo. Questo porta a un elemento di mobilità nel tessuto sociale della comunità.
  41. Comunità Modello - I Villaggi OSE con i GVCS sono destinati a fornire un esempio positivo di stile di vita integrata, significativa secondo i principi di abbondanza e prosperità - come un punto di ispirazione per le persone in molti campi della vita.
  42. Territorio e gestione delle risorse - La terra non è in vendita, ma è conservata per sempre come un luogo permanente, patrimonio umano e di crescita culturale. Risorse sono accudite affinché migliorino nella qualità con il tempo, invece di impoverle con lo sfruttamento.
  43. Innovazione iconoclasta e Trasformazione - OSE favorisce approcci iconoclastici che affrontano le questioni alla radice, non i sintomi, nell'affrontare le questioni pressanti del mondo (guerra, povertà, corruzione, distribuzione della ricchezza, malattia, ecc.). Non siamo alla ricerca di compromessi con la cultura di massa, influenzata da interessi politici o di parte, ma per le soluzioni basate su autentiche virtù comuni a tutta l'umanità.
  44. Approcci assolutamente creativi - Non promuoviamo la distruzione di nulla, solo la creazione di una soluzione migliore che renda il vecchio paradigma obsoleto. Noi non odiamo nessun gruppo o partito, perché siamo tutti sulla stessa barca. Crediamo nella psicologia positiva, nell'ispirazione e nel far emergere le virtù nelle persone - facendo appello alla loro assoluta creatività.
  45. Progettazione per la produzione - Nel contesto OSE, significa che la fabbricazione segua la strada più semplice, efficace e con il minor consumo di tempo. La prima chiave di questo è la semplicità del design. La seconda chiave è l'utilizzo di scorte, componenti a basso costo ampiamente disponibili per ridurre al minimo le necessità per la produzione di qualsiasi oggetto da costruire. La terza chiave è la modularità, in cui gli apparecchi sono realizzati in moduli che, se già disponibili, non hanno bisogno di essere nuovamente prodotti. Maggiori informazioni sulla progettazione per la produzione di apparecchi meccanici.
  46. Progetti per la produzione collaborativa - La progettazione per la produzione può assumere la forma di Progettazione per la produzione collaborativa. Il modello sociale della produzione e realizzazione digitale può essere combinato con produzione collaborativa in modo tale da rendere tale produzione sociale ancora più efficiente.
  47. Documentazione - La documentazione è la chiave per la replicabilità delle pratiche e dei prodotti.

Metodi e strategia di approccio[edit]

  1. Aperto - Open Source Ecology sostiene la cultura open source pre lo sviluppo di condiviso e collaborativo in tutto, con il fine di un'economia distributiva. Questo riguarda processo, struttura organizzativa, attività e prodotti. A livello di processo, incoraggiamo la collaborazione aperta, ma con rispetto delle esigenze degli altri sviluppatori. A tal fine, puntiamo a creare strutture di collaborazione e piattaforme che consentono ad altri di collaborare liberamente, e di pubblicare apertamente i risultati significativi. Noi cerchiamo di progettare tutte le nostre operazioni per essere coerenti con questo principio. Incoraggiamo tutti nel team di sviluppo ad essere trasparenti nel loro lavoro e chiediamo apertamente l'assistenza collaborativa. Incoraggiamo tutti a dare informazioni libere - il costo della condivisione delle informazioni è zero.
  2. Economia distributiva - Riconosciamo le sfide della condividere apertamente le informazioni - in cui qualcun altro può 'rubare' un'idea e capitalizzare su di essa. Affrontiamo questo problema, incoraggiando le persone a pubblicare apertamente, in modo che le informazioni siano accessibili a tutti il più presto possibile, rendendo le informazioni non-brevettabili in modo che non sia possibile appropriarsene. Al fine di dare valore, incoraggiamo le persone ad organizzarsi utilizzando queste informazioni durante la costruzione di un'infrastruttura fisica e produttiva applicando le informazioni in positivi processi industriali.
  3. Note sui brevetti - Questi hanno senso solo in un mondo basato sulla scarsità. Incoraggiamo ogni comunità che adotti i principi OSE di costruire un sistema economico completamente open source - in cui può essere creata facilmente una reale ricchezza. In questo caso, a che serveno i brevetti? Se una comunità in grado di soddisfare tutti i propri bisogni - allora entriamo nel concetto di sufficienza. Tecnologie allo stato dell'arte che ottimizzano una prestazione non sono necessariamente utili per un set di strumenti ecologici. Siamo più interessati alle prestazioni in generale, che alle prestazioni pure senza considerarne il contesto.
  4. Approccio creativo - Ci sono vari movimenti che si rivolgono ai timori sulla fine del mondo o altri scenari di collasso globale. Il nostro approccio è destinato ad aiutare le persone da un punto di vista positivo e benigno - che ci sia o meno un cataclisma all'orizzonte. È importante sottolineare che ci si concentra sulla psicologia positiva e la trascendenza, desideriamo evitare un approccio basato sulla paura, perché la risposta basata sulla paura non ha la stessa probabilità di creare soluzioni durature.
  5. Modulare, durata di vita - Il cuore del progetto duraturo è ptrevederne lo smontaggio e la modularità. Progettare lo smontaggio è sinonimo di capacità dell'utente di 'guardare sotto il cofano' di un determinato dispositivo. I moduli sono unità funzionali intercambiabili.
  6. Produzione a ciclo chiuso - OSE approva l'eco-industria a ciclo chiuso, in cui i rifiuti non esisto in quanto i materiali di risulta vengono trasformati in materia prima per altri processi.

Componenti delle specifiche OSE[edit]

Le specifiche OSE coprono una serie di aspetti economicamente significanti della produzione:

  • Rilevanza economica
  • Documentazione Aperto
  • Natura economica distributiva
  • Trasformazione della natura delle imprese
  • Progettazione di sistemi
  • Trasparenza e natura partecipativa del modello di produzione e del processo di sviluppo
  • Creazione di livelli di produzione post-scarsità
  • Semplicità e basso costo
  • Lifetime, design modulare, progettazione per lo smontaggio e per la scalabilità
  • Localizzazione del materiale per l'approvvigionamento e la produzione
  • Qualità ecologiche
  • Fattibilità economica e replicabilità
    • Minimizzazione dei rifiuti, spese generali e burocrazia
    • Evoluzione del prodotto
    • Supporto alla produzione
    • Franchising aperto o modello di business aperto
    • Assistenza all'avvio dell'attività

Rilevanza economica[edit]

La rilevanza economica fa riferimento all'importanza economica complessiva di un determinato prodotto o servizio. È definito sulla base dell'importanza dei beni materiali per gli esseri umani. Ad esempio, combustibili e trattori costituiscono un mercato globale multimiliardario e sono quindi economicamente significativi. Al contrario la piatta discussione può avere poca rilevanza economica, per non dire aria fritta.

Documentazione aperta[edit]

Contenuto aperto[edit]

Cominciamo con contenuti aperti come fondamento - privi di restrizioni sull'uso o la divulgazione. La licenza ottimale per i contenuti che promuoviamo è il pubblico dominio. Semplice dal punto di vista pratico e legale. La bostra filosofia è che siano gli utenti a decidere autonomamente su come utilizzare le informazioni. Sosteniamo licenze open. Non siamo interessati ai metodi.

Noi crediamo che rivendicare qualcosa come 'proprio' sia segno di arroganza, in quanto non considera il fatto che ogni singola 'invenzione' sia semplicemente una goccia nel mare della conoscenza che ha reso possibile l'invenzione'. Noi crediamo che non abbia alcun senso cercare di regolamentare il brevetto dei prodotti derivati, che sono semplicemente diversi percorsi di sviluppo che potrebbero avvenire comunque: la creatività è illimitata. Noi crediamo che più contribuiamo ai beni comuni, maggiore sarà la generazione di nuovi contenuti.

Documentazione e progettazione facilmente accessibili o scaricabile[edit]

Le informazioni distribuite, nell'era del computer, sono rese più facilmente accessibili se disponibili per il download immediato da internet. Se il materiale è disponibile in formato elettronico, può essere manipolato o utilizzato facilmente con strumenti software. Ad esempio i disegni digitali possono essere modificati o utilizzati immediatamente in CAD o CAM. Se sono disponibili i formati CAM, allora i dati digitali possono essere facilmente trasformati in un oggetto fisico in un altro dato digitale, in presenza di capacità produzione digitale.

Schemi di progetto[edit]

È il primo passo verso la replicabilità.

Distinta base (BOM - Bill of Materials)[edit]

Accanto agli schemi di progetto, la distinta base è il secondo punto più importante verso la replicabilità. Questo è un elenco dettagliato di tutte le parti usate, fornitori e prezzi. La disponibilità del BOM risparmia al costruttore innumerevoli ore di ricerca circa la disponibilità del componente a prezzi ragionevoli. Le osservazioni vanno annotate a fianco della distinta base come, ad esempio, la qualità o l'affidabilità di alcuni fornitori, la qualità del servizio, e altre osservazioni utili. L'unica difficoltà con una distinta base può essere che se il pubblico è globale, la fornitura potrebbero non essere immediatamente disponibile o il trasporto potrebbe essere proibitivo. Occorre privilegiare la sostituzione in locale dei conponenti. Se una distinta base è disponibile, la costruzione di un prodotto specifico può iniziare immediatamente: non è necessario prevedere quali componenti saranno necessari o verificare che il fornitore sia affidabile. Al massimo, il processo per la produzione personale può essere come segue:

  1. un individuo decide che ha bisogno di un certo prodotto
  2. vede il prodotto su un archivio online di prodotti open source, scarica le procedure per la costruzione e le liste di pezzi
  3. Acquista i componenti localmente, anche lo stesso giorno se si trova in una zona urbana in cui ci sono molti fornitori e comincia a costruire un certo progetto.

Tutte queste operazioni possono potenzialmente essere completate in un giorno, se fosse disponibile la distinta base. L'apertura delgi schemi di progettazione e sono solo un aspetto, ma il punto fondamentale per consentire la produzione immediata è la disponibilità di distinte base, come ultimo passo prima della realizzazione vera e propria.

In questo scenario, una possibilità realistica è che un gran numero di persone spezzi la schiavitù legata all'acquisto di beni da chissà dove, e inizi a produrre localmente. Questo è fattibile a livello individuale ovunque ci sia un valido lab, o piccoli gruppi (da pochi a una dozzina di persone) si riuniscano per acquistare a basso costo attrezzature di produzione digitale open source. Queste persone potrebbero operare a casa, in laboratori in affitto, utilizzando servizi di co-working, o altre operazioni di produzione supportata dalla comunità. I prodotti che si prestano particolarmente a questo tipo di produzione sono quegli elementi che superano il concetto dell'usa e getta e sono prodotti destinati ad uso più o meno prolungato. Questi elementi includono l'elettronica, strumenti meccanizzati, macchinari semi-pesanti, veicoli verdi, sistemi di energia rinnovabile, a tanti altri.

Strumenti[edit]

CAD by Mariano Alvira e SKDB sono due differenti strumenti per migliorare e automatizzare la creazione della distinta base.

Informazione libera[edit]

Se le informazioni sono libere, sono molto più facilmente accessibili.

Economia Distributiva[edit]

Con il termine economia distributiva ci riferisce a modelli economici che tendono a distribuire il potere economico in contrapposizione a monopolio (o centralizzazione) del potere.

Inpresa di natura trasformativa[edit]

Siamo interessati ad un'economia di trasformazione, che punta all'economia della comunità e alla resilienza globale, che in modo proattivo, spingano il mondo lontano da: concentrazione del potere sociale; guerra perenne, perdita di senso, burocrazia, globalizzazione delle attività economiche, neolingua(come immaginato da George Orwell), perdita di libertà, e così via.

Progettazione di sistemi[edit]

Progettazione di sistemi, come progettazione dei paradigmi economici che considerano l'intero ecosistema umano e naturale, e le relazioni coinvolte e non solo una parte isolata di quel sistema. Per esempio, il pensiero non sistemico può far concludere che un moderno motore a vapore per il trasporto sia una cattiva idea rispetto a biodiesel o alcool combustibile, poiché il rendimento termodinamico di un motore a vapore è due volte inferiore a quello dei motori diesel o a benzina. La prospettiva della progettazione di sistemi sosterrà che il motore a vapore sia una grande idea, perché possono essere utilizzati pellet da biomasse come combustibile e la resa di biomassa cellulosica per ettaro è di circa 10 volte superiore alla resa di benzina o alcool. Pensando al sistema, si può affermare che la produzione di biomassa da pellet è molto più semplice da realizzare, e che le aree di coltivazione di biomassa possono essere integrate con altri usi, come la frutticoltura o l'allevamento del bestiame e si può continuare dicendo che tale fonte di energia permette il decentramento assoluto della produzione e la resilienza delle comunità utilizzando i mezzi più semplici possibili. Il punto da sottolineare è che il pensiero sistemico può generare un gran numero di domande su come una particolare attività sia auspicabile sulla base delle interconnessioni tra i sistemi, che il pensiero non-sistemico liquida come semplicemente non essere parte del problema.

Noi crediamo che il pensiero non-sistemico sia distruttivo ma molto radicato nella nostra società e che, generalmente, chi deve prendere decisioni individuali o sociali sia completamente di parte, di vedute ristrette e perticolarmente arretrato. Stiamo includendo una metrica per la sensibilizzazione verso una progettazione di sistemi con le specifiche OSE con la speranza che, anche se inutile, si possa portare un barlume di luce alla situazione.

Trasparenza del modello di produzione e processo di sviluppo[edit]

Il processo di sviluppo dei prodotti e il loro modello di produzione, devono essere trasparenti per qualsiasi osservatore interessato. Questo permette lo studio, l'ampliamento e il miglioramento del tema di interesse. La trasparenza consente cicli di feedback per essere parte attiva e permette a coloro che sono interessati di saperne di più sull'argomento. La trasparenza è una delle tante qualità di un processo economico e distributivo.

La trasparenza implica che un programma sia aperto a suggerimenti, alla correzione e riproduzione, fondamento etico del programma stesso. Pertanto, gli strumenti quali gli accordi di non divulgazione, brevetti, segreti commerciali e altri mezzi di protezione sono in contrasto con il concetto di trasparenza.


Processo di sviluppo[edit]

1. La partecipazione al processo di sviluppo è del tutto volontaria. Nessun risarcimento per alienazione è necessario. Come risultato, i migliori progetti sono prodotte dall'impegno e passione dei soggetti interessati.

2. Chiunque può partecipare o lasciare il gruppo di sviluppo in qualsiasi momento.

3. Il processo di sviluppo collaborativo utilizza l'apporto dei diversi soggetti interessati.

4. Progressi e risultati del processo di sviluppo vengono documentati.

Creazione di piani di produzione post-scarsità[edit]

Livelli di produzione post-scarsità implicano la disponibilità di efficaci strumenti di produzione, compresi hardware e tecniche - che consentono l'ampio soddisfacimento dei bisogni umani. Riguardano anche che le risorse locali non strategiche che possono essere utilizzate in modo efficace, affidabile e con la capacità di produrre surplus significativo. Raggiungere i livelli di produzione post-scarsità di qualcosa si pone come base per l'evoluzione oltre la mera sopravvivenza.

Semplicità a basso costo[edit]

La progettazione e la realizzazione di qualsiasi prodotto o servizio dovrebbe essere la più semplice possibile, sia dal punto di vista dei costi che della produzione e tali da renderla più facilmente replicabile. Raggiungere la semplicità è infatti la più difficile sfida di design. La maggior parte delle persone confondono alte prestazioni con caratteristiche aggiuntive, perché esternano le passività nascoste che accompagnano le funzioni extra (FIXME). La semplicità è sinonimo di uso efficiente delle risorse. Dovrebbe valere anche per la produzione di un oggetto. Come tale, la semplicità è anche sinonimo di basso costo. La filosofia progettuale alla base di OSE è quella di includere la semplicità nella progettazione e produzione ossia applicare il concetto di progettazione finalizzata alla produzione.

Durata di vita, progettazione modulare, per lo smontaggio e della scalabilità[edit]

(Nota: come riferimento principale sulla progettazione della durata a vita, vedere il lavoro di Saul Griffith)

La semplicità di progetto implica caratteristiche di durata, modularità e scalabilità della progettazione per la smontaggio (design-for-disassembly - DFD).

Progettazione durevole significa che il valore di un prodotto non diminuirà nel tempo. Questo implica la libertà dal lavoro richiesto per sostituire un determinato prodotto, che ha implicazioni dirette per il proprio tempo libero.

La progettazione modulare permette a diversi componenti di essere utilizzati e interscambiati, dando all'utente il massimo controllo e flessibilità d'uso.

DfD (design-for-disassembly, ndt) significa che parti di un modulo possono essere facilmente sostituiti, prendendo il modulo a parte. Questo ha profonde implicazioni per la progettazione riguardante la durata di vita.

DFS (Design-for-Scalability, ndt) non è solo un progetto che può essere scalato. Il principio è progettare le cose in modo che possano essere scalate facilmente. Si tratta di un leggero miglioramento, che include esplicitamente la facile scalabilità.

Scalabilità significa che un elemento di base può essere usato per fare versioni più grandi o più piccole. Ciò contribuisce ad abbassarne il costo e aumentarne efficienza.

Progettazione modulare polifunzionale[edit]

Gli oggetti dovrebbero essere progettati in modo che essi stessi possano essere elementi di costruzione, o moduli, di altri oggetti più grandi. In questo modo, gli oggetti possono essere modificati. Invece di sostituire un intero oggetto per aggiungere nuove funzionalità, si può aggiungere un modulo. Questo dà ai prodotti una flessibilità che è incorporata nel loro stessa natura, tale che l'utente ha un controllo aggiuntivo con una minima spesa. Modularità può essere a volte sinonimo di interoperabilità, e può essere a volte sinonimo di scalabilità. Essa può contribuire alla progettazione per una lunga vita, se un oggetto è al 100% modulare e ogni modulo può essere sostituito. Modularità significa anche che un oggetto può funzionare come un blocco di costruzione di altri oggetti. In tutti i casi, modularità implica che un oggetto possa essere modificato. È auspicabile una combinazione di flessibilità, adattabilità, scalabilità e interoperabilità. Queste caratteristiche ampliano la gamma di applicazioni, aumentano la durata e riducono i costi, oltre a fornire e mantenere un elevato valore. In un mondo materiale, queste sono le caratteristiche che contribuiscono alla ricchezza e prosperità. In poche parole, la modularità offre grande valore e ha costi associati bassi. Queste sono conseguenze positive per un individuo e il benessere della comunità.

Se se insegue il design modulare, il tipo di interoperabilità nell'utilizzo di blocchi di costruzione ci porta ad un {{LinkLang|Pattern Language|Linguaggio schematico]] orientato alla tecnologia. In questa lingua degli schemi, i moduli o blocchi di costruzione servono come le frasi di un linguaggio più grande o un'infrastruttura tecnologica.

Scalabilità[edit]

I prodotti devono essere progettati in modo che possano essere scalati verso l'alto o verso il basso - come ad esempio con l'aggiunta di nuovi moduli o utilizzando in parallelo multipli di una parte. Ad esempio, un concentratore solare progettato secondo il principio di scalabilità dovrebbe essere un disegno lineare (cfr. generatore di energia solare), in modo che possa essere ampliato mediante allungamento o allargamento della matrice.

Localizzazione dell'approvvigionamento di materiale e produzione[edit]

La chiave per la resilienza di una comunità, è la capacità di utilizzare le risorse locali. Mentre è importante che una comunità abbia questa capacità per i bisogni essenziali, è facoltativa, anche se auspicabile, per gli altri elementi non essenziali.

L'utilizzo di risorse locali, può richiedere che una data comunità abbia la tecnologia aggiuntiva per produrre un determinato articolo. Per esempio, se una comunità non ci sono le condizioni per coltivare un certo raccolto facilmente, si può decidere di investire nella tecnologia aggiuntiva necessaria per farlo con successo. Oppure, se una certa comunità non ha acqua sufficiente, si dovrebbe investire nella trivellazione di pozzi o nella tecnologia di raccolta acqua piovana, invece che importare acqua da fonti non sicure.

Una comunità dovrebbe quindi, in generale, sforzarsi di aumentare la propria base tecnologica per favorire la fornitura di tutti gli elementi essenziali, e non accontentarsi sulla sua capacità di commerciare per procurarsi questi elementi essenziali, perchè può essere vulnerabile alle interruzioni. Il commercio è abbastanza accettabile per gli elementi non essenziali, come ad esempio gli strumenti musicali, l'interruzione di tale fornitura non minaccia la sopravvivenza di una comunità. Il livello di tecnologia in cui una comunità è autonoma, deve essere determinato per motivi pratici.

Inoltre, nel mondo di oggi, abbiamo già sentito parlare di 'produzione locale'. C'è da aggiungere 'di provenienza locale' al nostro vocabolario - siccome resilienza implica non solo la produzione locale, ma anche l'approvvigionamento. Le risorse locali in genere richiedono che una comunità abbia un'ulteriore infrastruttura tecnologica e competenze per fornire le materie prime necessarie.

Livelli di localizzazione[edit]

  • Livello 1 - la produzione è locale
  • Livello 2 - la provenienza dei materiali utilizzati nella produzione è locale
  • Livello 3 - la produzione di materie prime è locale
  • Livello 4 - i macchinari utilizzati nel processo di produzione di cui sopra sono open source e costruiti localmente

La localizzazione si applica alla creazione di economie naturali o quelle economie basate sulle qualità delle proprie risorse naturali, prive di interruzioni nella filiera.

Un esempio di livello 3 è che l'alluminio locale è fatto con alluminio [[LinkLang|Smelting}} da argille locali.

Se la localizzazione considera tutti e 4 i livelli, una regione è autonoma e come tale non ha la tendenza a fare la guerra per le risorse altrui. Questo è il punto critico della localizzazione. Ha un suo effetto positivo sulla lotta geopolitica globale. In parole semplici, le persone non uccidono e non rubano.

Qualità ecologiche[edit]

Il prodotto in questione non dev'essere nocivo per l'ambiente.

Fattibilità economica e replicabilità[edit]

Minimizzazione dei rifiuti, Overhead, e Burocrazia[edit]

Il punto chiave per la competitività di agile, impresa open source è la sua struttura snella con un overhead minimo. La minimizzazione dei rifiuti avviene per lo sviluppo collaborativo, in modo tale che i costi di R&S siano condivisi da un certo numero di parti interessate. Rifiuti competitivo viene eliminato da impresa open fornendo servizi via piuttosto che competere per le quote di mercato, che è la strategia di marketing etico per le imprese aperte.

Altre strategie per mantenere basso overhead sono crowd-funding l'impianto di produzione , come ad esempio nel caso del Factor e Farm. Proponiamo inoltre la riduzione scartoffie operando come ente non-incorporato, con fiduciari fiscali contrattualmente-based e di gestione della responsabilità, operazione nella Repubblica tramite scrittura privata, e da in-house alfabetizzazione giuridica.

The key point to the competitiveness of agile, open source enterprise is its lean structure with minimal overhead. Minimization of waste occurs by collaborative development, such that R&D costs are shared by a number of stakeholders. Competitive waste is eliminated by open enterprise giving services away rather than competing for market share, which is the ethical marketing strategy for open enterprise.

Other strategies for keeping overhead low are crowd-funding the production facility, such as in Factor e Farm's case. We also propose paperwork reduction by operating as an un-incorporated entity, with contractually-based fiscal fiduciaries and liability management, operation in the Republic via private contract, and by in-house legal literacy.

Product Evolution[edit]

A process should be in place for continued maintenance and development of a product. This could be a support community, foundation, or users.

Fabrication Facilities[edit]

Concrete Flexible Fabrication mechanism exists for others to purchase the product at reasonable cost. This is a means to assuring that a diversity of suppliers exists, such that monopoly is avoided.

Open Franchising or Open Business Model[edit]

This point defines how easily one can obtain access to replicable enterprise design. See our motivation with respect to Open Business Models, as described under the OSE License.

There is a number of details that goes into enterprise replications. These are all the standard details found in a Business Plan, plus the actual technical details that go into that plan, such as designs and CAD, fabrication procedures, BOM and sourcing information, economic analysis, ergonomic analysis, and so forth.

If you are interested in replicating an enterprise, then please inquire with us regarding practical considerations. For those interested in replication, we are looking for long-term commitment to provide the necessary due diligence of business model documentation.

Startup Assistance[edit]

Producer training is the key to assisting others to start up enterprise. Dedicated workshops should be available for others to learn the trade. We plan on offering a 2 year immersion program, which includes not only workshop skills, but agriculture, as well as theoretical and organizational aspects.

Calculation of a Metric Score[edit]

See OSE Specifications Metric Score

Summary[edit]

In summary, we aim to raise the standards embodied in open source product development efforts by articulating the possibilities. OSE Specification describes all the desirable features that can be embodied in open economic development, under the assumption that maximum advancement of distributive production is the best route to human prosperity.

OSE Specifications, as applied to technology - imply liberatory technology - defined as technology which serves the true needs of people and liberates time for other pursuits beyond survival. This is distinct from technology which controls people - where in today's world - with ever-advancing technology, people enjoy less free time.

Application of OSE Specifications to Assessing the Liberatory Potential of Technologies[edit]

OSE Specifications, when applied to production of physical products, allow for transparent assessment of the overall openness or accessibility of so-called open source products. This specification is intended to help people assess distributive production aspects of projects, by distinguishing between the various degrees of ‘opensource-ness’ embodied in projects. This is because some projects call themselves ‘open source’ when only a small portion of the hardware, or even no physical portion, is open source.

For example, in the case of the OS Green Vehicle, the only open source component is an apparent design process, but the output of the design process is proprietary. As quoted from the website, ‘Your rights to use, modify and re-distribute any data from this web site are limited.’ Moreover, the components used in the car are proprietary. Therefore, the OS Green Vehicle has a low OSE Specifications metric score.

Access refers to use for both private or market purposes. The specification is not neutral in its goals, just as no technologies are ever neutral. The intent goes so far as to point out the nuances that contribute to a particular direction of: (1), promoting ecological integrity, (2), contributing to the highest possible quality of life, and (3), creating the widest possible distribution of wealth. Because the open source method of product development has immense potential in transforming the economic system, the OSE Specification aims to address the evaluation of positive change endorsed by various open source projects.

The scope of OSE Specifications is far-reaching: it considers all the steps necessary for a product to be user-accessible. This includes open access to relevant information and affordable access to physical products. The goal is distributive economics.

OSE Specification stipulates access to physical production facilities that can build wealth in re-localized communities. But OSE Specifications go even further: replication and viral spread of wealth - or distributive production. OSE Specifications address the means for replicating the production process itself. This includes not only self-replicating machines and systems, but the development of open business models, training materials, and apprenticeships for entrepreneurs. As the final step, we consider the availability of capitalization assistance within the metric. The capitalization assistance may be part of a new entrepreneur's apprenticeship - where, for example - real products can be made and sold within the apprenticeship. We redefine the 'capital' in 'capitalization assistance' from 'money' to 'the ability to produce just about anything required for business startup at low cost.'

Such level of commitment to the success of replication may imply a hidden agenda behind this program. Indeed there is: the greatest possible empowerment of people and communities to be the masters of their destinies, by unleashed human productivity fueled by open access to information and enabling hardware.

OSE Spec addresses access to both producers and users - both on the individual and community scale. Production could occur by do-it-yourself means on the individual scale in flexible fabrication facilities. The community scale promotes division of labor, and therefore a high standard of living. The OSE Spec addresses the availability of blueprints or digital designs, which can be used readily in manual or automated, computer-controlled fabrication facilities.

Links[edit]